Categories
Blog IpseDixit

La Legge Di Murphy

Legge di Murphy:
Se qualcosa può andar male, lo farà

indice:

Murfologia           - capitolo 1
Murfologia Applicata - capitolo 2
Progettazione        - capitolo 3
Meccanica            - capitolo 4
Ricerca              - capitolo 5
Gerarchiologia       - capitolo 6
Comitatologia        - capitolo 7
Contabilità          - capitolo 8
Espertologia         - capitolo 9
Umanologia           - capitolo 10
Metaleggi            - capitolo 11
Varie                - capitolo 12

Murfologia – capitolo 1

Legge di Murphy:
Se qualcosa può andar male, lo farà
Corollari:

  1. Niente è facile come sembra.
  2. Tutto richiede più tempo di quanto si pensi.
  3. Se c’è una possibilità che varie cose vadano male, quella che causa il danno maggiore sarà la prima a farlo.
  4. Se si prevedono quattro possibili modi in cui qualcosa può andare male, e si prevengono, immediatamente se ne rivelerà un quinto.
  5. Lasciate a se stesse, le cose tendono a andare di male in peggio.
  6. Non ci si può mettere a far qualcosa senza che qualcos’altro non vada fatto prima.
  7. Ogni soluzione genera nuovi problemi.
  8. I cretini sono sempre più ingegniosi delle precauzioni che si prendono per impedirgli di nuocere.
  9. Per quanto nascosta sia una pecca, la natura riuscirà sempre a scovarla
    Madre Natura è una puttana.

La filosofia di Murphy:
Sorridi… Domani sarà peggio.

Costante di Murphy:
Le cose vengono danneggiate in proporzione al loro valore.

Versione relativistica della legge di Murphy:
Tutto va male nello stesso tempo.

Chiosa di O’Toole alla legge di Murphy:
Murphy era un ottimista.

Settima variante di Zymurgy alla legge di Murphy:
Quando piove, diluvia.

Postulato di Boling:
Se sei di buon umore, non ti preoccupare. Ti passerà.

Legge di Iles:
C’è sempre un modo migliore.
Corollari:

  1. Quando il modo migliore ci sta davanti agli occhi, specialmente per lunghi periodi, non lo vediamo.
  2. Neanche Iles lo vede.

Seconda legge di Chisholm:
Quando tutto va bene, qualcosa andrà male.
Corollari:

  1. Quando non può andar peggio di così, lo farà.
  2. Se le cose sembrano andar meglio, c’è qualcosa di cui non stiamo tenendo conto.

Terza legge di Chisholm:
Le proposte sono sempre capite dagli altri in maniera diversa da come le concepisce chi le fa.
Corollari:

  1. Se si spiegano le cose in maniera tale che nessuno possa non capire, qualcuno non capirà.
  2. Se si fa qualcosa con l’assoluta certezza dell’approvazione di tutti, a qualcuno non piacerà.
  3. Se si vuol mettere qualcuno di fronte al fatto compiuto, il fatto non si verificherà.

Prima legge di Scott:
Qualsiasi cosa vada male, avrà probabilmente l’aria di andare benissimo.

Seconda legge di Scott:
Quando si trova e si corregge un errore, si vedrà che andava meglio prima.

Corollario:
Quando si capisce che la correzione era sbagliata, sarà troppo tardi per tornare indietro.

Prima legge di Finagle:
Se un esperimento funziona, qualcosa è andato male.

Seconda legge di Finagle:
Qualunque sia il risultato di un esperimento, ci sarà sempre qualcuno pronto a:

  • fraintenderlo
  • falsificarlo
  • credere che si sia prodotto in virtù della sua teoria preferita.

Terza legge di Finagle:
In un qualsiasi insieme di dati, la cifra così evidentemente corretta da non richiedere un controllo è l’errore.
Corollari:

  • Nessuno a cui chiedere aiuto la vedrà.
  • Chiunque passi di lì per darvi un consiglio gratuito la vedrà immediatamente.

Quarta legge di Finagle: Una volta che si è pasticciato qualcosa, qualsiasi intervento teso a migliorare la situazione non farà altro che peggiorarla.

Norme di Finagle:

  1. Prima tracciate le curve che vi servono, poi trovate i punti che corrispondono.
  2. Ogni esperimento deve essere riproducibile, e fallire sempre allo stesso modo.
  3. Non credete ai miracoli: contateci ciecamente.

Assioma di Wingo UP:
Tutte le leggi di Finagle possono essere trascurate da chi ha imparato la semplice arte di fare senza pensare.

Legge di Gumperson:
La probabilità che qualcosa accada è inversamente proporzionale alla sua desiderabilità.

Leggi di Issawi sul progresso:

  • Il corso del progresso: La maggior parte delle cose va costantemente peggio.
  • Il sentiero del progresso: Una scorciatoia è la via più lunga tra due punti.
  • Il passo del progresso: La società è un mulo, non un’automobile… Se la si spinge troppo, scalcia e disarciona chi la cavalca.

Prima legge di Sodd:
Quando qualcuno cerca di raggiungere un obiettivo, sarà sempre ostacolato dall’ involontario intervento di qualche altra presenza (animata o inanimata).
Tuttavia, ci sono obiettivi che vengono raggiunti, in quanto la presenza che interviene cerca a sua volta di raggiungere un obiettivo ed è naturalmente, soggetta a interferenze.

Seconda legge di Sodd:
Prima o poi, la peggiore combinazione possibile di circostanze è destinata a prodursi.

Corollario: Un sistema deve essere sempre concepito in modo da resistere alla peggiore combinazione possibile di circostanze.

Legge di Simon:
Qualsiasi aggregato prima o poi cade a pezzi.

Legge di Rudin:
In casi di crisi che obbligano la gente a scegliere tra varie linee di condotta, la maggioranza sceglierà la peggiore possibile.

Teorema di Ginsberg

  1. Non puoi vincere.
  2. Non puoi pareggiare.
  3. Non puoi nemmeno abbandonare.

Chiosa di Freeman al teorema di Ginsberg:
Tutte le più importanti filosofie che cercano di dare un significato alla vita sono basate sulla negazione di una parte del teorema di Ginsberg.

Per esempio:

  1. Il capitalismo è basato sul presupposto che si possa vincere.
  2. Il socialismo è basato sul presupposto che si possa pareggiare.
  3. Il misticismo è basato sul presupposto che si possa abbandonare.

Osservazione di Ehrman:

  1. Le cose andranno peggio prima di andar meglio.
  2. Chi ha detto che le cose andranno meglio?

Seconda legge di Everitt sulla termodinamica:
La confusione nella società è sempre in aumento. Solo l’enorme sforzo di qualcuno o di qualcosa può limitare tale confusione in un’area circoscritta.
Tuttavia, questo sforzo porterà a un aumento della confusione totale della società.

Legge di Murphy sulla termodinamica:
Sotto pressione, le cose peggiorano.

Legge di Pudder:
Chi ben comincia, finisce male.
Chi comincia male, finisce peggio.

Teorema di Stockmayer:
Se sembra facile, è dura.
Se sembra difficile, è fottutamente impossibile.

Prima legge di Zymurgy sulla dinamica dei sistemi in evoluzione:
Una volta aperta una scatola di vermi, l’unico modo di rimetterli in scatola è usarne una più grande.

Seconda legge di Commoner sull’ecologia:
Niente va mai via.

Legge di Howe:
Ognuno di noi ha un piano che non funzionerà.

Legge di Guizot:
Si cade sempre dalla parte da cui si pende.

Legge di Sturgeon:
Lo sporco costituisce il 90 per cento di tutto.

Assioma di Bramati:
Tutto suda.

Legge dell’ineffabile:
Non appena si nomina qualcosa…
…se è buono, sparisce.
…se è cattivo, succede.

Legge univoca delle premesse:
Premesse negative portano a risultati negativi.
Premesse positive portano a risultati negativi.

Murfologia Applicata – capitolo 2

Legge di Booker:
Un grammo di applicazione val più di una tonnelata di astrazione.

Leggi di Klipstein:
Applicate alla tecnica in generale:

  1. Ogni brevetto sarà preceduto di una settimana da un brevetto simile presentato da un indipendente.
  2. La puntualità nei tempi di consegna è direttamente proporzionale al tempo a disposizione.
  3. Le dimensioni saranno sempre indicate nei termini meno comuni. La velocità, per esempio, sarà indicata in furlong alla settimana.
  4. Ogni filo metallico tagliato su misura sarà troppo corto.

Applicate alla produzione meccanica e di prototipi:

  1. Le tolleranze si accumuleranno unidirezionalmente fino a raggiungere la massima difficoltà di assemblaggio.
  2. Se la realizzazione di un progetto richiede n componenti, ce ne saranno a disposizione n-1 .
  3. Ogni motore ruoterà nella direzione sbagliata.
  4. Un circuito dotato di un dispositivo di sicurezza distruggerà gli altri.
  5. Un transistor protetto da un fusibile proteggerà il proprio fusibile bruciando per primo.
  6. Un difetto non apparirà fino a che non avrà superato l’ultimo test.
  7. Uno strumento o un componente che si vuole acquistare funzionerà soltanto fino a quando si sarà ottenuta l’ autorizzazione ad acquistarlo.
  8. Dopo aver tolto l’ultima di 16 viti da un pannello di protezione, ci si accorgerà di aver rimosso il pannello sbagliato.
  9. Dopo aver avvitato l’ultima di 16 viti di un pannello di protezione, ci si accorgerà di aver dimenticato la guarnizione.
  10. Dopo aver assemblato un qualsiasi strumento, vari suoi componenti saranno trovati sul banco.

Leggi universali della Società Internazionale Tecnici per Tecnici Ingenui:

  1. In qualsiasi calcolo, ogni errore che potrà intrufolarsi lo farà.
  2. Ogni errore di calcolo sarà nella direzione del massimo danno.
  3. In qualsiasi formula, le costanti (specialmente quelle indicate nei manuali) devono essere trattate come fossero variabili.
  4. La migliore approssimazione delle condizioni d’uso in laboratorio non andrà nemmeno vicina alle condizioni d’uso reale.
  5. La dimensione più vitale in qualsiasi progetto o disegno è quella che corre il maggior rischio di essere omessa.
  6. Se un’installazione di prova funziona perfettamente, tutti i macchinari prodotti in seguito non funzioneranno.
  7. Le promesse di consegna devono essere sempre moltiplicate per un coefficiente di 2.0.
  8. I cambiamenti più importanti in un prodotto saranno sempre richiesti quando la fabbricazione è quasi ultimata.
  9. Parti che in nessun modo possono essere montate nell’ordine sbagliato lo saranno.
  10.  Parti intercambiabili mai.
  11.  La descrizione delle prestazioni di qualsiasi cosa fornita dal fabbricante deve essere moltiplicata per un coefficiente di 0,5.
  12. La descrizione delle prestazioni di qualsiasi cosa fornita dal commerciante deve sempre essere moltiplicata per un coefficiente di 0,25.
  13. Le istruzioni per l’installazione e l’uso allegate a un qualsiasi congegno saranno prontamente gettate dall’ufficio che lo riceve.
  14. La parte di un qualsiasi strumento che maggiormente richiede manutenzione o riparazioni sarà la meno accessibile.
  15. Le condizioni di garanzia indicate sul libretto non saranno mai rispettate.
  16. Se più di una persona è responsabile di un errore di calcolo, nessuno ne avrà colpa.
  17. Elementi identici, che si comportano in identica maniera durante i test non si comporteranno in maniera identica sul campo.
  18. Se un limite di sicurezza è stato fissato attrverso anni di esperienza a un valore estremo, ci sarà sempre un idiota abbastanza ingegnoso da trovare subito un metodo per superare tale valore.
  19. Ogni garanzia scade col pagamento della fattura.

Quattordicesimo corollario di Atwood:
Non si perde mai nessun libro prestandolo, a eccezione di quelli cui si tiene particolarmente.

Terza legge di Johnson:
Se si perde un numero di una qualsiasi rivista, sarà il numero che conteneva l’articolo che si era tanto ansiosi di leggere.

Corollario:
Tutti gli amici l’avranno perso, smarrito o gettato.

Legge oggetti smarriti:
L’unica maniera per ritrovare un oggetto smarrito è comprarne uno nuovo.

Leggi complementari di Richard sulla proprietà:

  1. Se si tiene a qualcosa abbastanza a lungo lo si potrà buttare
  2. Qualsiasi cosa si butti, servirà non appena non sarà più disponibile.

Legge di Lewis:
Per quanto uno cerchi e si informi prima di comprare un qualsiasi articolo lo troverà a minor prezzo da un’altra parte non appena l’avrà acquistato.

Legge degli affitti cittadini:
Chi non può permettersi di pagare l’affitto è in affitto.
Chi può permettersi di pagare l’affitto è proprietario.

Legge di Glatum sull’acquisizione materiale:
L’utilità prevista di un qualsiasi articolo è inversamente proporzionale alla sua reale utilità una volta comprato e pagato.

Leggi fondamentali del giardinaggio:

  1. Gli utensili degli altri funzionano solo nei giardini degli altri.
  2. Quesgli aggeggi lussuosissimi e bellissimi che si vedono nelle vetrine non funzionano.
  3. Se nessuno lo usa, c’è una ragione.
  4. La cosa che serve di meno è quella che funziona meglio.

Legge della coordinazione degli sforzi:
Là dove la coordinazione non è necessaria, funziona perfettamente.
Là dove è assolutamente necessaria, va a catafascio.

Osservazione di Zenone:
L’altra coda va più veloce.

Legge di Berlusconi:
Più il programma è interessante, più sarà interrotto dalla pubblicità.

Legge dei treni:
Se il proprio treno è in ritardo, la coincidenza partirà in perfeto orario.

Prima legge del cicloamatore:
In qualunque direzione si stia andando, sarà sempre in salita e controvento.

Prima legge del bridge:
E’ sempre colpa del compagno.

Legge della frustazione da felino:
Quando il vostro gatto vi si è addormentato in grembo e ha l’aria perfettamente felice e adorabile, dovrete improvvisamente andare in bagno.

Legge di Johnson e Laird:
Il mal di denti tende a cominciare di venerdì sera.

Legge di Boob:
Si troverà sempre una qualsiasi cosa nell’ultimo posto in cui la si cerca.

Progettazione – capitolo 3

Legge di Osborn:
Le variabili non mutano mai, le costante sì.

Prima legge delle modifiche:
Qualsiasi informazione che comporti un cambiamento nel progetto sarà trasmessa al progettista dopo – e soltanto dopo – che tutti i disegni sono stati completati (Meglio conosciuta col nome di Legge dell’ “Adesso me lo dicono!”)

Corollario:
In casi semplici, che presentino una soluzione ovviamente giusta e una ovviamente sbagliata, è spesso più saggio scegliere quella sbagliata, in modo da aver già pronta la conseguente modifica.

Seconda legge delle modifiche:
Quanto più innocua sembrerà una modifica, tanto più le sue conseguenze si estenderanno e maggiore sarà il numero dei disegni che dovranno essere rifatti.

Terza legge delle modifiche:
Se, quando il completamento di un disegno è imminente, le dimensioni vengono finalmente comunicate come sono in realtà – invece di come si era pensato che fossero -, si fa sempre prima a cominciare tutto da capo.

Corollario:
è normalmente poco pratico preoccuparsi in anticipo di eventuali ostacoli: se non ce ne sono, qualcuno si preoccuperà di crearvene.

Legge del centimetro perso:
Nel progettare qualsiasi tipo di cotruzione, nessun totale potrà essere calcolato esattamente dopo le 16.40 di venerdì

Corollari:

  1. Nelle stesse condizioni, se una qualsiasi piccola dimensione è indicata in millimetri, il totale risulterà del tutto impossibile a calcolarsi.
  2. Il totale corretto risulterà evidente alle 9.01 di Lunedì.

Legge della confusione applicata:
L’unico pezzo che la fabbrica si è dimenticata di spedire è quello su cui si regge il 75 per cento di quelli spediti.

Corollari:

  1. Non soltanto la fabbrica si è dimenticata di spedirlo, ma il 50 per cento delle volte non lo produce nemmeno.
  2. I tempi di consegna di qualsiasi merce sono direttamente proporzionali al bisogno che se ne ha.
  3. Dopo aver aggiunto due settimane alla vostra tabella di marcia per ritardi imprevisti, aggiungetene altre due per i ritardi che davvero non prevedete.
  4. In una qualsiasi struttura, il pezzo più importante farà di tutto per andare a finire nel posto sbagliato.
  5. In un qualsiasi gruppo di pezzi che hanno lo stesso segno di montaggio, uno non dovrebbe averlo.
  6. Non lo scoprirete finchè non proverete a metterlo dove il segno dice che va messo.

Legge di Miksch:
Se una corda ha un capo, ne ha anche un altro.

Le equazioni di Snafu:

  1. In qualsiasi problema contenente “n” equazioni, ci saranno “n+1” incognite.
  2. L’oggetto o l’informazione che più sono necessari, saranno i meno accessibili.
  3. Una volta che si saranno esaurite senza successo tutte le possibilità, ci sarà una soluzione, semplice e ovvia, che salterà immediatamente all’occhio di chiunque altro.
  4. I guai arrivano sempre a ondate.

Costante di Skinner:
Quella quantità che, moltiplicata per, divisa per, sommata a, o sottratta alla risposta cui si è arrivati, dà la risposta cui si sarebbe dovuti arrivare.

Leggi per i programmatori di computer:

  1. Qualsiasi programma, quando funziona, è obsoleto
  2. Qualsiasi programma costa di più e ci mette di più.
  3. Se un programma è utile, dovrà essere cambiato.
  4. Se un programma è inutile, dovrà essere documentato.
  5. Ogni programma si espanderà fino ad occupare tutta la memoria disponibile.
  6. Il valore di un programma è proporzionale all’ingombro del suo output.
  7. La complessità di un programma si arresta dopo aver oltrepassato le capacità del programmatore.

Principio della perversità della programmazione:
C’è sempre un altro bug.

Postulati di Troutman:

  1. L’errore che produce il danno maggiore sarà scoperto soltanto dopo che il programma è stato usato per almeno sei mesi.
  2. Se il programma è stato concepito in modo tale che i dati introdotti siano rifiutati, ci sarà sempre un idiota abbastanza ingegnoso per trovare il metodo di farli passare.

Leggi di Gilb sull’inaffidabilità:

  1. I computer sono inaffidabili, ma gli uomini ancora di più.
  2. Qualsiasi sistema che dipende dall’affidabilità umana è inaffidabile.
  3. Gli errori che non si trovano hanno un’infinita varietà, mentre invece quelli che si trovano sono per definizione finiti.
  4. I costi degli investimenti sull’affidabilità aumenteranno fino a superare quelli degli eventuali errori, o finchè qualcuno non insisterà chè si faccia qualcosa di produttivo.

Leggi di Golub:

  1. Le idee fumose servono a evitare di stimare gli eventuali costi di una loro realizzazione.
  2. La realizzazione di un progetto mal pianificato richiede il triplo del tempo previsto; quella di un progetto pianificato con la massima attenzione solo il doppio.

Principio di Shaw:
Fai un programma che anche un idiota può usare, e soltanto un idiota vorrà usarlo.

Meccanica – capitolo 4

Legge della perversità della Natura:
Non si può prevedere con successo quale lato del pane andrebbe imburrato.

Legge della gravità selettiva:
Un oggetto cadrà sempre in modo da produrre il maggior danno possibile.

Corollario di Jenning:
Le probabilità che il pane cada sul lato imburrato sono direttamente proporzionali al costo del tappeto.

Corollario di Klipstein:
L’elemento più delicato sarà il primo a cadere.

Legge di Sprinkle:
Le cose cadono sempre ad angolo retto.

Legge di Paul:
Non si può cadere dal pavimento.

Legge dell’officina:
Ogni attrezzo, quando cade, rotola fino al punto più inaccessibile dell’officina.

Corollario:
Sulla strada verso quel punto, l’attrezzo caduto ti pesterà il piede.

Principio degli elementi persi:
Il raggio di caduta dal banco di lavoro di piccoli elementi varia inversamente alle dimensioni – e direttamente alla loro importanza per il completamento del lavoro intrapreso.

Legge dell’irritazione:
A qualunque cosa si stia lavorando, non appena si mette via uno strumento, certi di aver finito di usarlo, immediatamente se ne avrà bisogno.

Prima legge di Johnson:
Se un congegno meccanico si rompe, lo farà nel peggior momento possibile.

Legge di Sattinger:
Funziona meglio se si mette la spina.

Legge di Watson:
L’affidabilità di un macchinario è inversamente proporzionale al numero e all’importanza delle persone che lo costudiscono.

Seconda legge di Wyszkowski:
Si riesce a far funzionare qualsiasi cosa, se ci si pasticcia abbastanza.

Legge di Schmidt:
Se si giocherella abbastanza a lungo con uno strumento, si romperà.

Prima legge di Fudd sull’opposizione:
Se si spinge qualcosa abbastanza forte, cadrà.

Legge di Lowery:
Se si blocca, forzalo. Se si rompe, tanto si doveva cambiare.

Legge della forza:
Non forzarlo: prendi un martello abbastanza grosso.

Postulato di Horner:
L’esperienza è direttamente proporzionale all’attrezzatura rotta.

Assioma di Cahn:
Quando tutto il resto fa fiasco, leggi le istruzioni.

Legge di Cooper:
Le macchine sono tutte degli amplificatori.

Legge di Jenkinson:
Non funzionerà.

Ricerca – capitolo 5

Prima legge di Gordon:
Se non vale la pena fare una ricerca, non vale neanche la pena farla bene.

Legge di Murphy sulla ricerca:
Una ricerca abbastanza lunga tenderà a confermare ogni teoria.

Legge di Maier:
Se i dati non corrispondono alla teoria, vanno eliminati.

Corollari:

  1. Più vasta è la teoria, meglio è.
  2. Un esperimento è da considerarsi un successo se non più del 50 per cento dei dati ottenuti deve essere scartato per ottenere con la teoria.

Legge di Williams e Holland:
Se si raccolgono abbastanza dati, qualsiasi cosa può essere dimostrata con metodi statistici.

Teoria di Edington:
Il numero di ipotesi diverse formulate per spiegare un qualsiasi fenomeno biologico è inversamente proporzionale alla conoscenza disponibile.

Legge di Peer:
La soluzione di un problema cambia la natura del problema.

Legge di Harvard:
Nelle condizioni più rigorosamente controllate di pressione, temperatura, volume, umidità e altre variabili, l’organismo si comporterà come gli pare e piace.

Quarta legge delle modifiche:
Dopo attente e scrupolose analisi di un campione, ti verrà detto che era il campione sbagliato e che non ha niente a che fare col problema.

Legge di Young:
Tutte le grandi scoperte si fanno per sbaglio. Corollario Più grosso è il finanziamento, più tempo ci vuole a fare lo sbaglio.

Legge di Hersh:
La biochimica si espande fino ad occupare tutto lo spazio e il tempo disponibili per la sua pubblicazione.

Legge del lavoro accurato:
Quando si lavora alla soluzione di un problema, fa sempre comodo sapere la risposta.

Legge di Hoare sui grandi problemi:
Dentro ogni grande problema ce nè più piccolo che sta lottando per venir fuori.

Legge di Fett:
Non replicare mai un esperimento riuscito.

Prima legge di Wyszkowski:
Nessun esperimento è riproducibile.

Legge della futilità:
Nessun esperimento è mai completamente fallito: può sempre servire da esempio negativo.

Legge di Cooper:
Se non capite una parola in un brano scientifico, ignoratela. Il brano ne potrà benissimo fare a meno.

Sesta legge di Parkinson:
Il progresso della scienza varia inversamente al numero di riviste pubblicate.

Principio del quadro generale:
I ricercatori scientifici sono talmente immersi nel loro universo limitato da non poter in nessun modo vedere il quadro generale di nulla, nemmeno della propria ricerca. Corollario Il direttore di una ricerca dovrebbe sapere il meno possibile sul soggetto specifico della ricerca che sta amministrando.

Legge di Brooke:
Quando un sistema arriva a essere completamente definito, qualche maledetto idiota scopre qualcosa che annulla il sistema o che lo espande fino a renderlo irriconoscibile.

Legge di Campbell:
La natura aborrisce uno sperimentatore vacuo.

Legge di Meskimen:
Non c’è mai tempo per farlo giusto, ma c’è sempre tempo per farlo ancora.

Gerarchiologia – capitolo 6

Legge di Heller:
Il primo mito del management è che esiste. Corollario di Johnson Nessuno sa veramente mai quel che succede in un qualsiasi punto dell’organizzazione.

Principio di Peter:
In una gerarchia ogni membro tende a raggiungere il proprio livello di incompetenza.
Corollari:

  1. Col tempo, ogni posizione tende a essere occupata da un membro che è incompetente a svolgere quel lavoro.
  2. Il lavoro viene svolto da quei membri che non hanno ancora raggiunto il proprio livello di incompetenza.

Inversione di Peter:
La coerenza interna è assai più apprezzata dell’efficienza.

Osservazione di Peter:
La super competenza è peggio dell’incompetenza.

Regola di Peter sull’incompetenza creativa:
Create l’impressione di aver già raggiunto il vostro livello di incompetenza.

Teorema di Peter:
Incompetenza più incompetenza uguale incompetenza.

Legge di Peter sulla sostituzione:
Preoccupati delle pagliuzze e le travi si arrangeranno da sole.

Prognosi di Peter:
Passa abbastanza tempo a confermare il bisogno e il bisogno sparirà.

Placebo di Peter:
Un grammo di immagine val più d’un chilo di fatti.

Legge di Godin:
La generalizzazione dell’incompetenza è direttamente proporzionale all’altezza nella gerarchia.

Regola di Freeman:
Le circostanze possono forzare un incompetente generalizzato a diventare competente in un campo specifico.

Assioma di Vail:
In ogni impresa umana, il lavoro cerca sempre il livello gerarchico più basso.

Legge di Imhoff:
L’organizzazione di ogni burocrazia è molto simile a una cloaca: i pezzi più grossi emergono sempre.

Terza legge di Parkinson:
Espansione vuol dire complessità, e la complessità tende a sgretolarsi.

Quarta legge di Parkinson:
Il numero di persone in ogni gruppo di lavoro tende ad aumentare indipendentemente dal lavoro che deve essere svolto.

Quinta legge di Parkinson:
Se c’è una maniera di rimandare una decisione importante, la buona burocrazia, pubblica o privata, la troverà.

Assiomi di Parkinson:

  1. Un funzionario vorrà sempre moltiplicare i propri subordinati, non i rivali.
  2. I funzionari creano lavoro l’uno per l’altro.

Legge di ferro dell’oligarchia
In ogni attività organizzata, in qualsiasi sfera, un ristretto numero di persone si metterà a comandare e gli altri eseguiranno.

Legge di Oeser:
La persona più potente di ogni organizzazione è portata a passare tutto il proprio tempo partecipando a comitati e firmando lettere.

Legge di Cornuelle:
L’autorità tende ad assegnare lavori ai meno capaci di svolgerli.

Legge di Zymurgy sul lavoro volontario:
La gente è sempre disponibile per i lavori già fatti.

Legge della comunicazione:
L’inevitabile risultato del miglioramento e dell’allargamento della comunicazione tre differenti livelli in una gerarchia è il considerevole ampliamento dell’area di incomprensione.

Legge di Bunuel:
Lavorare troppo su qualcosa è sempre dannoso: anche quando il risultato è l’efficienza.

Legge di Dow:
In una organizzazione gerarchica, più alto è il livello, maggiore è la confusione.

Decalogo di Spark per il giovane manager:

  1. Cerca di sembrare terribilmente importante.
  2. Fatti sempre vedere con la gente che conta.
  3. Parla con autorità, ma soltanto di fatti ovvi e comprovati.
  4. Non entrare mai in discussioni; se ci sei dentro, poni una domanda irrilevante, appoggiati allo schienale della poltrona con un ghigno soddisfatto e, mentre gli altri cercano di capire cosa sta succedendo, cambia argomento.
  5. Ascolta attentamente mentre gli altri discutono. Poi seppelliscili con una frase fatta.
  6. Se un subordinato ti rivolge una domanda pertinente, guardalo come se avesse perso il senno. Quando lui ha preso un’aria mortificata, fagli la stessa domanda con altre parole.
  7. Ottieni un incarico di prestigio, poi cercati un posto all’ombra.
  8. Cammina sempre a gran velocità quando sei fuori del tuo ufficio: eviterai un gran numero di domande sia dai subordinati sia dai superiori
  9. Tieni sempre la porta del tuo ufficio chiusa. Questo metterà i visitatori sulla difensiva e darà l’impressione che sei sempre in riunione.
  10. Non dare mai ordini per iscritto.

Prima legge di Jay sul comando:
Cambiare le cose è l’essenza del comando; cambiarle prima di chiunque altro è creatività.

Verità dell’amministrazione:

  1. Pensa prima di agire; tanto non sono soldi tuoi.
  2. Nessun esecutivo farà mai uno sforzo per dimostrare di essersi sbagliato.
  3. Se un’azione richiede calcoli sofisticati per giustificarsi, non compierla.

Dilemmi del lavoratore:

  1. Per quanto uno faccia, non farà mai abbastanza.
  2. Quel che non si fa è sempre più importante di quel che si fa.

Massima di Match:
Un idiota in un posto importante è come un uomo in cima a una montagna: tutto gli sembra piccolo e lui sembra piccolo a tutti.

Legge di ferro della distribuzione:
Chi ha, prende.

Legge di H.L. Mencken:
Chi sa fare, fa. Chi non sa fare, insegna.

Estensione di Martin:
Chi non sa insegnare, amministra.

Assioma dell’esercito:
Ogni ordine che può essere frainteso è stato frainteso.

Legge di Jones:
Colui che sorride quando le cose vanno male ha pensato a qualcuno cui dare la colpa.

Prima legge di socioeconomica:
In un sistema gerarchico, il pagamento per ogni lavoro è inversamente proporzionale alla spiacevolezza e difficoltà del lavoro stesso.

Lamento di Harris:
Tutti quelli buoni sono già presi.

Legge di Putt:
La tecnologia è dominata da due tipi di persone: Quelli che capiscono ciò che non dirigono. Quelli che dirigono ciò che non capiscono.

Comitatologia – capitolo 7

Legge di Old e Kahn:
L’efficienza di un comitato è inversamente proporzionale al numero dei partecipanti e al tempo impiegato per raggiungere le decisioni.

Legge di Shanahan:
La durata di una riunione aumenta col quadrato del numero dei presenti.

Legge dell’insignificanza:
Il tempo speso per ogni punto dell’ordine del giorno è sempre inversamente proporzionale alla somma di denaro che il punto comporta.

Prima legge della comitato dinamica:
Comitas comitatum, omnia comitas.

Seconda legge della comitato dinamica:
Meno ti diverti a far parte di un comitato, più ti sarà fatta pressione perché ci entri.

Legge di Hendrickson:
Se un problema causa molte riunioni, alla lunga le riunioni diventeranno più importanti del problema.

Regola di Lord Falkland:
Quando non è necessario prendere una decisione, è necesserio non prendere una decisione.

Legge di pertinenza:
Ogni fatto che, incluso in una discussione, dà il risultato desiderato è da considerare fatto pertinente alla discussione.

Regola di McNaughton:
Perchè un argomento sia degno di essere presentato a una burocrazia bisogna poterlo esprimere in una semplice formula dichiarativa che sia ovviamente vera una volta formulata.

Prima legge del dibattito:
Non discutere mai con un idiota: la gente potrebbe non notare la differenza

Leggi della procastinazione:

  1. La procastinazione riduce il lavoro e sposta la responsabilità del suo completamento su qualcun altro (chiunque abbia fissato la scadenza).
  2. Riduce l’ansia riducendo la qualità richiesta dal meglio assoluto al meglio relativo al poco tempo a disposizione.
  3. Fa guadagnare importanza agli occhi altrui e propri, perché si tende a spiegare lo stress con l’importanza del lavoro.
  4. Comporta l’eliminazione di qualsiasi interruzione, altri lavori compresi, per consentire al lavoratore così ovviamente stressato la massima concentrazione.
  5. La procastinazione elimina la noia: non si ha mai l’impressione di non avere niente da fare.
  6. Può anche eliminare il lavoro sa le necessità termina prima che possa essere svolto.

Legge di Swipple sull’ordine:
La precedenza va sempre a chi grida più forte.

Legge di Truman:
Se non li puoi convincere, confondili.

Leggi di Boren:

  1. Se hai dubbi, bofonchia.
  2. Se hai problemi, delega.
  3. Se hai precise responsabilità, pondera.

Regola di Parker sulla procedura parlamentare:
In ogni seduta, l’unica mozione accolta da tutti è quella di aggiornamento

Legge di Patton:
Meglio un buon piano oggi che un piano perfetto domani.

Contabilità – capitolo 8

Illusione di Frothingham:
Il tempo è denaro

Legge di Crane:
Niente è gratis.

Prima legge di Parkinson:
Il lavoro si espande fino ad occupare tutto il tempo disponibile; più è il tempo e più il lavoro sembra importante e impegnativo.

Seconda legge di Parkinson:
Le spese aumentano fino a raggiungere le entrate.

Legge di Parkinson sulla dilazione:
La dilazione è la forma più letale di diniego.

Legge di Wiker:
Il governo si espande fino ad assorbire tutti i redditi e poi ancora un pò

Formula di Westheimer:
Per stimare i tempi di un qualsiasi lavoro: prendere il tempo che si dovrebbe mettere, moltiplicare per 2, e cambiare l’unità di misura con quella immediatamente superiore. Ad esempio: per un lavoro che dovrebbe prendere un’ora si calcolano 2 giorni.

Legge di Gresham:
Le questioni futili vengono immediatamente risolte; quelle importanti mai.

Legge di Gray sulla programmazione:
Ci si aspetta che per fare “n+1” piccoli lavori venga impiegato lo stesso tempo che per farne “n”.

Confutazione di Logg alla legge di Gray:
Per fare “n+1” piccoli lavori si impiega il doppio del tempo che per farne “n”.

Legge del novanta-novanta:
Il primo novanta per cento di un lavoro viene svolto nel dieci per cento del tempo, il restante dieci per cento nel restante novanta per cento.

Prima legge di Weinberg:
Il progresso si compie a venerdì alterni.

Principio delle ordinazioni:
Il materiale necessario per il lavoro di ieri deve essere ordinato non più tardi di domani a mezzogiorno.

Legge di Cheope:
Nulla viene mai costruito in tempo o nel budget.

Principio di Epstein-Heisenberg:

Nel campo della ricerca, soltanto 2 dei seguenti 3 parametri possono essere definiti contemporaneamente: scopo, tempo, risorse finanziarie:

  1. Se si sa qual è lo scopo, e c’è un limite di tempo consentito per raggiungerlo, non si riesce a prevedere quanto costerà.
  2. Se tempo e risorse finanziarie sono chiaramente definiti, è impossibile sapere quale sarà il preciso scopo della ricerca.
  3. Se lo scopo è chiaro e la somma di denaro necessaria a raggiungerlo è stata esattamente calcolata, non si sarà in grado di prevedere se e quando sarà raggiunto.

Se si è abbastanza fortunati da definire accuratamente tutti e 3 i parametri, non si sta lavorando nel campo della ricerca.

Legge di Pareto (legge del 20/80):
Il 20 per cento di un qualsiasi insieme occupa sempre l’80 per cento dello spazio o del tempo a sua disposizione.

Principio di O’Brien (teoria delle 750 lire):
Note-spese il cui totale è divisibile per 1000 sono sempre guardate con sospetto.

Osservazione di Issawi sul consumo di carta:
Ogni sistema politico ha la propria maniera di consumare montagne di carta: negli stati socialisti riempiono formulari in quadruplice copia, in quelli capitalisti attaccano enormi cartelloni pubblicitari e impacchettano qualsiasi cosa due o più volte. P.S.: In Italia si fanno entrambe le cose.

Legge di Brown sul successo in affari:
La carta che usano i clienti è profitto. Quella che usiamo noi è perdita.

Legge di John:
Per ottenere un prestito bisogna provare di non averne bisogno.

Prima legge di Brien:
Nella vita di qualsiasi organizzazione, la sua capacità di funzionare malgrado se stessa prima o poi si esaurisce.

Legge di Paulg:
Non importa quanto costa qualcosa, ma quanto forte è lo sconto.

Legge di Juhani:
Un compromesso è sempre più costoso di una qualsiasi delle soluzioni che media.

Legge delle istituzioni:
L’opulenza dell’ufficio di rappresentanza è inversamente proporzionale alla solvenza della ditta.

Espertologia – capitolo 9

Regola aurea delle arti e delle scienze:
Chi ha l’oro fa le regole.

Legge di Gummidge:
Il costo di una expertise è inversamente proporzionale al numero di parole comprensibili.

Legge di Dunne:
Il territorio alle spalle della retorica è spesso minato di equivoci.

Legge Malek:
Ogni idea semplice sarà espressa nella maniera più complicata.

Osservazione di Malipieri:
Gli esperti di calcio non fanno mai tredici.
Corollario:
Se lo facessero, non farebbero più gli esperti di calcio.

Definizione di Weinberg:
Un esperto è una persona che evitando tutti i piccoli errori punta dritto alla catastrofe.

Legge di Potter:
La virulenza delle polemiche su un argomento è inversamente proporzionale alla reale importanza dell’argomento stesso.

Legge di Ross:
Non annunciate mai l’importanza di una dichiarazione prima di averla fatta.

Legge della via d’uscita:
Lasciate sempre spazio per una spiegazione del perché non ha funzionato.

Legge di Clarke sulle idee rivoluzionarie:
Ogni idea rivoluzionaria – in campo scientifico, artistico o altro – provoca tre stadi di reazione, riassumibili nelle seguenti frasi:

  1. “E’ impossibile; non farmi perdere tempo”.
  2. “E’ possibile, ma non val la pena di farlo”.
  3. “L’ho sempre detto, io, che era un’ottima idea”.

Prima legge di Clarke:
Quando un illustre ma anziano scienziato sostiene che qualcosa è possibile ha quasi certamente ragione. Quando sostiene che qualcosa è impossibile, molto probabilmente ha torto.

Seconda legge di Clarke:
L’unica maniera di scoprire i limiti del possibile è di oltrepassarli e finire nell’impossibile.

Terza legge di Clarke:
Ogni tecnologia sufficientemente avanzata è indistinguibile dalla magia.

Legge dei grandi:
Quando qualcuno che si ammira e si rispetta in sommo grado sembra essere immerso in profondi pensieri, probabilmente sta pensando alla cena.

Legge della superiorità:
Il primo esempio di un principio superiore è sempre inferiore all’esempio più avanzato di un principio inferiore.

Legge di Blaauw:
La tecnologia costituita tende a persistere nonostante la tecnologia più avanzata.

Legge di Cohen:
Ciò che davvero conta è il nome che si riesce a dare ai fatti; non i fatti in sè.

Legge di Fitz-Gibbon:
La creatività è inversamente proporzionale al numero di cuochi che stanno facendo il brodo.

Nona legge di Levy:
Solo Dio può scegliere a caso.

Distinzione di Barth:
Ci sono due tipi di persone: quelli che dividono le persone in due tipi, e quelli che non lo fanno.

Distinzione di Runamok:
Ci sono quattro tipi di persone: quelli che stanno zitti e non fanno niente quelli che parlano dello star zitti e non fa niente, quelli che fanno qualcosa, e quelli che parlano del far qualcosa.

Legge di Miller:
Non puoi dire quant’è profonda una pozzanghera finchè non ci finisci dentro.

Legge di Weiler:
Nulla è impossibile per colui che non deve farlo.

Legge di Aragon:
Funzione propria del genio è fornire idee ai cretini vent’anni dopo.

Legge di Segal:
Un uomo con un orologio sa che ore sono.
Un uomo con due orologi non è mai sicuro.

Legge di LaCombe sulle percentuali:
L’incidenza di qualsiasi cosa di interesse è o del 15-25 o dell’80-90 per cento.

Corollario di Dudenhoefer:
Un’approssimazione al 50 per cento può andar bene per qualsiasi cosa sta in mezzo.

Seconda legge di Weinberg:
Se i costruttori costruissero come i programmatori programmano, il primo picchio cha passa potrebbe distruggere la civiltà.

Umanologia – capitolo 10

Prima legge di socio-genetica:
Il celibato non è ereditario.

Principio di Beifeld:
Le probabilità che un giovane maschio incontri una giovane femmina attraente e disponibile aumentano in proporzione geometrica quando è con:

1) la fidanzata,

2) la moglie,

3) un amico più bello e più ricco.

Quarta legge di Farber:
La necessità procura strani compagni di letto.

Seconda legge di Hartley:
Non andate mai a letto con gente più strana di voi.

Legge di Beckhap:
Bellezza moltiplicata per cervello è uguale a una costante.

Postulati di Pardo:

  1. Le cose buone della vita sono illegali, immorali o fanno ingrassare.
  2. Le tre cose veramente fedeli nella vita sono lo sporco, un cane e una donna vecchia.
  3. Non è importante essere ricchi: basta vivere nell’agio e poter avere tutto ciò che si vuole.

Legge di Parker:
La bellezza è soltanto epidermica, la bruttezza arriva fino all’osso.

Legge del capitano Penny:
Si può fregare tutti per un certo periodo, o qualcuno per sempre, ma non si può fregare la mamma.

Legge di Katz:
Uomini e nazioni agiranno razionalmente solo dopo aver esaurito ogni altra possibilità.

Legge di Issawi sulla conservazione del male:
L’ammontare totale del male in ogni sistema è costante.

Quindi, ogni diminuzione in una direzione – per esempio una riduzione della povertà o della disoccupazione da un aumento nell’altra – per esempio delinquenza o inquinamento.

Legge di Parker sulle affermazioni politiche:
La verità di un’affermazione non ha niente a che vedere con la sua credibilità, e viceversa.

Teorema di Andreotti sugli equilibri politici:
Il potere logora chi non ce l’ha.

Assioma di Cole:
La somma dell’intelligenza sulla Terra è costante; la popolazione è in aumento.

Legge dell’individuo:
Nessuno è veramente interessato o capisce quel che sta facendo chiunque altro.

Filosofia di Steele:
Ognuno deve credere in qualcosa: io credo che mi berrò un altro bicchierino.

Motto di Canada Bill Jones:
E’ moralmente sbagliato lasciare che i pollastri si tengano i loro soldi. Supplemento Una colt vale più di un poker d’Assi.

Motto di Jones:
Gli amici vanno e vengono, i nemici si accumulano.

Codicillo di McClaughry al motto di Jones:
Per farvi un nemico, fategli un favore.

Legge di Vique:
Un uomo senza religione è come un pesce senza bicicletta.

La quinta legge:
Vi siete presi troppo sul serio.

Metaleggi – capitolo 11

Postulato di Persig:
Il numero di ipotesi razionali che possono spiegare un qualsiasi fenomeno è infinito.

Metalegge di Lilly:
Le leggi sono simulazioni della realtà.

Il sommo principio:
Per definizione, quando si investiga l’ignoto non si sa cosa si trova.

Metalegge di Cooper:
Una proliferazione di nuove leggi crea una proliferazione di nuove scappatoie.

Varie – capitolo 12

Osservazione di Wallace:
Tutto è in uno stato di disordine assoluto.

Legge di Weaver:
Se vari inviati prendono lo stesso taxi, quello che sta seduto davanti paga per tutti.

Corollario di Doyle:
Per quanti siano gli inviati sullo stesso taxi, e chiunque paghi, ognuno di loro metterà l’intero prezzo della corsa in nota spese.

Seconda legge di Johnson:
Se, nel corso di vari mesi, si producono solo tre eventi sociali interessanti, saranno tutti e tre nella stessa sera.

Legge di Matsch:
E’ meglio fare una fine orrenda che sopportare orrori senza fine.

Postulato di Jacquin sui governi democratici
La vita, la libertà e la proprietà di ogni uomo sono in pericolo quando il parlamento è riunito.

Nota di Fowler:
L’unica cosa imperfetta in natura è la razza umana.

Legge di Terman sull’innovazione:
Se vuoi formare una squadra che vinca nel salto in lungo, trova una persona che salti nove metri, non nove che ne saltino uno.

Paradosso di Trischmann:
Una pipa dà al saggio tempo per riflettere, all’idiota qualcosa da mettere in bocca.

Commento di Churchill sull’uomo:
A volte l’uomo inciampa nella verità, ma nella maggior parte dei casi si rialzerà e continuerà per la sua strada.

Legge di Bucy:
Nessuna impresa è mai stata compiuta da un uomo ragionevole.

Legge di Haldane:
L’universo non è soltanto più bizzarro di quanto ci immaginiamo: è più bizzarro di quanto ci possiamo immaginare.

Legge di Kerr-Martin:
Riguardo ai propri problemi, la gente è sempre molto conservatrice. Riguardo a quelli degli altri, è sempre molto liberale.

Legge dell’osservazione:
Niente è così bello da vicino quanto lo è da lontano. Oppure: niente è così bello da lontano quanto lo è da vicino.

Legge di Joyce:
Finchè ti morde un lupo, pazienza. Quel che secca è quando ti morde una pecora.

Settima (e poco conosciuta) legge di Newton:
E’ meglio avere un uccello in mano che uno sopra la testa.

Teorema di Chappaquidick:
Prima si danno le cattive notizie, e più sono i particolari, meglio è.

Nota del traduttore:
Se una legge può essere intraducibile, lo sarà.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *